10 luoghi mitologici che ho visto solo nei film americani

La cosa che più ammiro del cinema – anche della letteratura, ma il cinema ha dalla sua la componente visiva – è la capacità di fondare immaginari collettivi. Il cinema dà forma alle nostre fantasie, crea ricordi che in realtà non abbiamo e ci fa stare tutti sotto lo stesso cielo. E il cinema – almeno in questa sua accezione – gli americani lo sanno fare troppo bene. Continua a leggere

Annunci

L’arte del trailer

Uno dei motivi per cui amo andare al cinema è che lì posso vedere i trailer. È vero, ci sono casi in cui i trailer non vengono proiettati: le luci si spengono e comincia subito il film, senza alcuna mediazione. Ma per fortuna la maggior parte delle volte riesco a godermi i trailer di due o tre pellicole a venire, spesso conclusi da una parola magica: “Prossimamente”. Continua a leggere

Elogio delle mappe geografiche

Qualche settimana fa ho cominciato a scrivere un nuovo romanzo. Si svolge al giorno d’oggi, in un luogo immaginario ma verosimile, da qualche parte in Italia. Mentre mi lambiccavo il cervello con la trama e i personaggi, mi sono accorto che non sarei andato molto lontano: c’era qualcosa che mancava, qualcosa che, con la sua assenza, mi impediva di immaginare anche la più semplice delle situazioni. Quello che mi mancava era una mappa geografica. Continua a leggere

Quello che cerchiamo nei libri

Ho letto “Marina” di Carlos Ruiz Zafón e ne sono rimasto folgorato. Era parecchio tempo che non incontravo un libro che mi lasciasse così, con quella piacevole sensazione di vuoto malinconico e la consapevolezza che lo ricorderai anche ad anni di distanza. È il romanzo che mi è piaciuto di più negli ultimi tempi, e tutto questo è ancora più bello se penso che “Marina” non è altro che un libro per ragazzi. Continua a leggere