I libri migliori li ho letti d’estate

Da bambino leggevo tantissimo, soprattutto d’estate. Tutti i giorni, dopo pranzo, nelle ore più calde e infuocate mi stendevo sul letto in camera mia e leggevo per un paio d’ore. Era un momento magico e – ho scoperto in seguito – difficilmente replicabile: la stanza fresca, il frinire delle cicale, la distesa luminosa della campagna col profilo azzurrognolo delle montagne sullo sfondo. E, soprattutto, la libertà di poter passare mezzo pomeriggio a fantasticare tra le pagine di un libro, e basta. Continua a leggere

Elogio del paratesto: le dediche dei libri

Negli ultimi tempi uno dei post più letti di questo blog è stato – un po’ a sorpresa – un articolo che contiene la parola “paratesto” sia nel titolo che nella prima riga, su una tematica che francamente pensavo interessasse solo me. Da bravo scrittore commerciale quale sono, ho deciso adesso di scrivere un sequel di quel post, che magari – chissà – sarà solo il secondo di una saga o di un Universo Condiviso che mi farà fare soldi a palate. Continua a leggere

10 luoghi mitologici che ho visto solo nei film americani

La cosa che più ammiro del cinema – anche della letteratura, ma il cinema ha dalla sua la componente visiva – è la capacità di fondare immaginari collettivi. Il cinema dà forma alle nostre fantasie, crea ricordi che in realtà non abbiamo e ci fa stare tutti sotto lo stesso cielo. E il cinema – almeno in questa sua accezione – gli americani lo sanno fare troppo bene. Continua a leggere

10 videogiochi della mia infanzia

Qualche tempo fa ho scritto un post sui 12 film della mia infanzia. È stato uno degli articoli più divertenti da scrivere, oltre che una bella occasione per confrontarsi con i gusti e le ossessioni dei miei coetanei. Avrei sempre voluto dare un seguito a quel post, e così eccomi qui a scrivere dei videogiochi della mia infanzia. O forse semplicemente non ho idee per altri post. Continua a leggere

12 film della mia infanzia

Il mio ultimo post cominciava con una riflessione sul modo in cui vedevo i film da bambino e sulle sensazioni che provavo allora, più acute e potenti di quelle attuali. Buttando giù quelle righe mi è venuta voglia di andare alla riscoperta dei film della mia infanzia: è nato questo post-nostalgia, che ha la presunzione di essere personale e allo stesso tempo generazionale. Continua a leggere

5 film (più 1) che mi fanno commuovere fino alle lacrime (o quasi)

Da bambino, quando vedevo un film, inevitabilmente finivo con l’emozionarmi. Rispetto a oggi vedevo meno film – andavo al cinema poche volte, e quasi sempre a colpo sicuro – ma le sensazioni che provavo allora erano di gran lunga più forti di quelle che posso provare adesso: colpa della ragione che, a un certo punto, si è insinuata nelle pieghe dell’anima. Continua a leggere