Grim Fandango: retrogaming per un futuro migliore

Chissà se un giorno si parlerà dei videogiochi con la stessa dignità con cui oggi si parla di cinema, letteratura e musica. Chissà se si andrà alla ricerca delle tracce autoriali, dell’impronta di questo o di quel game designer, del segno lasciato da uno sceneggiatore o da un grafico. Chissà se ci saranno retrospettive, per capire da dove si viene e dove si va, e chissà se si studieranno i grandi classici per capire cosa li ha resi veramente immortali. Se tutto ciò succederà, se anche soltanto mi sarò avvicinato alla verità, allora non si potrà non parlare di Grim Fandango. Continua a leggere