5 explicit che mi hanno colpito

Una volta una mia amica mi disse che, prima di cominciare a leggere un libro, era sua abitudine leggerne l’ultima frase: se le fosse piaciuta, lo avrebbe letto più volentieri. Ogni tanto lo faccio anche io, in libreria: apro il volume al contrario e leggo le ultime parole che l’autore aveva da dire. Non c’è un motivo razionale: semplicemente, ritengo che il finale abbia il suo peso, nell’economia di un libro. Continua a leggere

Annunci

Vero come la (non) finzione

Quando ho finito di leggere “Educazione siberiana” di Nicolai Lilin (Einaudi), la prima cosa che ho pensato è stata: “Che bel libro. Però dai, su, non può essere tutto vero”. Ho cominciato a pensarci parecchio, e alla fine ho tratto la seguente conclusione: il problema della veridicità di questo libro non è un problema. Continua a leggere